TAVOLA ROTONDA SULL'ISTRUZIONE GRATUITA

Lunedì 21 dicembre alle ore 21.00

Scopri sotto come puoi seguire l’appuntamento e la descrizione.

ID riunione: 825 3572 0400
Passcode: CqU43U

Diretta streaming da Facebook

Lunedì 21 dicembre, alle ore 21.00, si svolgerà su Zoom una tavola rotonda sul tema dell’istruzione gratuita e del diritto allo studio. L’iniziativa nasce dalla volontà di alcune delle realtà sociali più rappresentative del settore educativo di Pavia (UDU, CGIL, FLC CGIL, ADI e ARCI) che aderiscono dalla piattaforma nazionale “Istruzione gratuita per il futuro del paese” lanciata ad ottobre.

Durante la tavola rotonda si discuterà delle prospettive e delle preoccupazioni relative al settore educativo, in ottica locale e nazionale. L’Italia si trova infatti al penultimo posto tra i 37 paesi OCSE per percentuale di laureati tra i 25 e 34 anni, con un valore del 28%. Un altro dato preoccupante riguarda la dispersione scolastica, ossia il numero di studenti che abbandona gli studi prima della conclusione del percorso scolastico: ad oggi è al 15% su base nazionale, leggermente inferiore a livello regionale. Relativamente alla Provincia di Pavia, il settore dell’educazione è assolutamente prioritario per le politiche formative, sociali ed economiche del nostro territorio. I numeri parlano chiaro: 55 istituzioni scolastiche (384 plessi) con circa 61.500 studenti e due istituzioni universitarie con oltre 24.000 studenti universitari.

Dopo la presentazione delle associazioni aderenti, interverrà il Dott. Ludovico Pernazza, membro del CUN e membro del coordinamento nazionale della Rete 29 aprile. Si aprirà quindi il dibattito, nel quale tutti gli interessati potranno portare nuovi spunti alla discussione oppure porre domande ai relatori. Alla fine della discussione, le organizzazione aderenti si occuperanno di redigere un documento da sottoporre all’attenzione delle istituzioni locali, nonché dei consiglieri regionali e dei parlamentari del territorio pavese.

Sarà possibile collegarsi su Zoom all’iniziativa tramite il link coordinamento.org/live oppure seguirla in diretta streaming tramite la piattaforma comunicativa della CGIL Collettiva.it.