Contribuzione studentesca: scopri il nostro programma!
FOTO BY UNIPV - CC BY 2.0

Contribuzione studentesca: scopri il nostro programma!

Grazie alla battaglia condotta dal Coordinamento negli scorsi anni, gli studenti dell’Università di Pavia possono godere di uno dei migliori modelli contributivi esistenti in Italia. Nonostante questo, l’emergenza sanitaria ha evidenziato come la strada giusta sia quella di abbassare ulteriormente le tasse studentesche per evitare che siano gli universitari a dover sostenere economicamente gli atenei, specialmente durante una situazione di crisi economica.

Per questo motivo abbiamo già chiesto ed ottenuto la possibilità di presentare l’ISEE corrente al posto dell’ISEE ordinario per il calcolo delle proprie tasse, oltre a cancellare diverse more per non penalizzare ulteriormente gli studenti e consentire la rateizzazione dell’ultima mora dell’anno accademico precedente.

Vogliamo continuare a lavorare su questa importante tematica, nella direzione di un’università che sia veramente gratuita e che possa esercitare appieno la funzione di ascensore sociale. Ecco quindi le nostre proposte:

  • Aderiamo alla campagna nazionale “Istruzione gratuita per il futuro del paese” chiedendo un’istruzione e un’Università gratuita.
  • Coordinandoci a livello nazionale con l’Unione degli Universitari, puntiamo ad un progressivo aumento dei fondi statali di finanziamento dell’Università, tramite un incremento dell’FFO (Fondo di Finanziamento Ordinario) e una revisione del modello di ripartizione dello stesso.
  • Vogliamo l’innalzamento della NO-TAX AREA da 23.000€ a 30.000€, aumentando ulteriormente la platea degli studenti esentanti dalla contribuzione studentesca.
  • Chiederemo la soppressione delle quattro aree di contribuzione, non ritenendo giusto che i costi della didattica vengano scaricati sugli studenti o che la scelta del Corso di Laurea sia in qualche modo condizionata dalla propria situazione economica.
  • Chiederemo la ricostituzione del Fondo Benessere Studentesco, in modo tale da avere un fondo vincolato al potenziamento dei servizi erogati per gli studenti.
  • Vogliamo il mantenimento e il rafforzamento della progressività del modello contributivo, in modo tale che le tasse pagate siano eque al livello reddituale.
  • Chiederemo che venga confermata la possibilità di presentazione dell’ISEE corrente, inserito per la prima volta quest’anno dopo le nostre richieste.
  • Vogliamo che venga garantita la possibilità di presentazione dell’ISEE, compreso quello dell’anno solare successivo, in modo tardivo dietro pagamento di una mora.
  • Chiederemo un sistema di ammortizzamento per ritardi legati al Covid, tramite la proroga delle scadenze legate all’anno accademico e la possibilità di dilazionare le rate della contribuzione.
  • Chiederemo che venga attivato un sistema di notifiche personalizzate via e-mail e via applicazione per ricordare le scadenze e aggiungerle direttamente al calendario come promemoria.
  • Vogliamo che vengano riconosciuti i CFU conseguiti dagli esami singoli, parziali o moduli, in particolare per quanto concerne l’esonero parziale.

Lascia un commento